CREMA, CIOCCOLATA E PA...PRIKA (1981)


Regia/Director: Michele Massimo Tarantini
Soggetto/Subject: Giuseppe Greco Castellani, Michele Massimo Tarantini, Giorgio Mariuzzo
Sceneggiatura/Screenplay: Giorgio Mariuzzo, Michele Massimo Tarantini
Interpreti/Actors: Barbara Bouchet (Eleonora, moglie di Bonifazi), Renzo Montagnani (Osvaldo Bonifazi, il professore), Silvia Dionisio (Bebè Moretti), Franco Franchi (Matteo), Ciccio Ingrassia (Ossobuco), Helena Ronée (Donatella), Giuseppe Greco (Michele Bonifazi), Giorgio Bracardi (on. Mazzetta), Sonia Otero (Letizia), Alberto Farnese, Michele Gammino
Fotografia/Photography: Mario Vulpiani
Musica/Music: Vito Tommaso
Costumi/Costume Design: Antonio Randaccio
Scene/Scene Design: Enzo Bulgarelli
Montaggio/Editing: Alberto Moriani
Produzione/Production: G.G.C. Corporation
Distribuzione/Distribution: Linea Cinematografica Internazionale
censura: 76889 del 03-08-1981

Giuseppe Greco, figlio del boss Michele Greco, appassionatissimo di cinema, decide di debuttare nella settima arte in veste di attore e sceneggiatore con una commedia sexy. La produzione è piccolissima, ma la scelta degli interpreti è di ottimo livello: Renzo Montagnani, Barbara Bouchet, Silvia Dionisio (qui al suo ultimo film) Franco Franchi, Ciccio Ingrassia (che per l'occasione tornarono dopo tanto tempo a recitare insieme) e Giorgio Bracardi, mentre la regia viene affidata allo specialista Michele Massimo Tarantini, che scrive anche il copione assieme a Greco e a Giorgio Mariuzzo.
Siamo però nel 1981, quando il genere è ormai al tramonto e infatti il film ha una scarsissima distribuzione e bassi incassi, ma sale alla ribalta della cronaca giudiziaria alcuni anni dopo quando il giudice Falcone apre un fascicolo perchè sospetta che la pellicola sia servita per riciclare del denaro sporco e vengono via via interrogate le persone coinvolte nel film. Alla fine vengono tutti assolti, ma contro Franco Franchi viene sollevata una vergognosa campagna scandalistica da parte di certa stampa che ne minerà la salute fino a portarlo alla morte, mentre Giuseppe Greco anch'esso assolto da ogni accusa passerà alla regia adottando lo pseudonimo di Giorgio Castellani.
La trama: Il prof. Bonifaci (Renzo Montagnani) è il direttore di una clinica di lusso di proprietà della moglie Eleonora (Barbara Bouchet). Lo staff è composto da Michele (Giuseppe Greco), nipote del professore, e da Ossobuco (Ciccio Ingrassia) L'arrivo di "Bebè"(Silvia Dionisio), una dietologa raccomandata dall'Onorevole Mazzetta (Giorgio Bracardi), spasimante di Eleonora, suscita subito "l'interesse" del professore (oltrechè di Michele) ma per evitare di ingelosire la facoltosa moglie viene scritturato Matteo, un tuttofare che impersonerà la dietologa. A complicare le cose c'è pure Donatella (Helene Ronee), una giornalista in cerca di uno scoop convinta che la clinica sia usata come copertura per traffici illeciti...
Come si deduce dalla trama, gli elementi tipici del filone ci sono tutti, ma com'è questo Crema cioccolato e...paprika (o pa..prika come recitano i manifesti) ? dalla sua uscita non ci sono mai stati passaggi televisivi ne tantomeno edizioni vhs e dvd e se ne è sempre parlato come di un prodotto pessimo, mirato a mettere in luce le capacità recitative del suo attore/produttore/sceneggiatore e nient'altro. Anche Ciprì e Maresco che in tempi recenti si sono occupati del film lo hanno fatto con scherno, ma a mio avviso tutte queste critiche sono veramente ingenerose. Certo non ci troviamo davanti ad un capolavoro della risata ne alla migliore commedia sexy di sempre, la trama è esile esile,alcune trovate si erano già viste in altri film, ma il ritmo non manca e anche se siamo lontani dalla freschezza delle sceneggiature di Francesco Milizia il sicuro mestiere di Tarantini e la bravura degli interpreti regalano comunque 90 minuti di sano divertimento e nonostante i pochi mezzi e il poco tempo disponibile il livello qualitativo non si discosta di molto da altre commedie sexy del periodo (ad es. La dottoressa preferisce i marinai dello stesso Tarantini è imho inferiore).Anche Greco non è la tragedia attoriale che si dice in giro e si ritaglia un personaggio solo di contorno risultando più simpatico di molti bellocci (es. Marco Gelardini) dei prodotti Dania. Convince invece poco il doppiaggio in siciliano della Bouchet e l'assenza di una bellezza mediterranea (tutte le attrici sono infatti bionde). Curioso il modo in cui vengono utilizzati Franchi e Ingrassia: qui forse per l'unica volta in carriera non si conoscono e non fanno ricorso alle battute e alle mimiche tipiche del loro repertorio: Ciccio infatti è "il complice" di Renzo Montagnani mentre Franchi è una specie di "uomo della provvidenza" capace di risolvere qualsiasi problema e il loro incontro avviene a metà film quando Franchi è costretto a vestirsi da donna e Ciccio crede di riconoscere in lui un amore perduto mai dimenticato.

Giovanni Bartolucci | Crea il tuo badge


contatori

Commenti

Pikkolo Elvis ha detto…
Lo vidi fortunatamente grazie a un amico io devo dire la verità, molti critici sbagliano a dire che sia un fiasco. Questo film è divertente a mio avviso . I protagonisti funzionano. E' qualcosa di nuovo vedere un film commedia sexy con franco e ciccio che nel film non si conosco ma si incontrano dopo un'ora .. a mio avviso è guardabile voto 7-