LA CASA DEL PIACERE (1994) di Aristide Massaccesi [Joe D'Amato] - recensione del film

LA CASA DEL PIACERE (1994) di Aristide Massaccesi
Ennesimo incredibile filmaccio di D’Amato/Massacesi realizzato poco prima del suo passaggio definitivo – praticamente – al porno. Noia totale. Una donna sposata accompagna il marito in un viaggio d’affari nelle Filippine. Lì viene sedotta da un giovane gigolo locale assoldato dal marito; e lei scopre i perversi desideri che le si annidano dentro.
Le scene erotiche riempiono più della metà di un film inutile, senza però essere mai realmente piccanti. C’è da chiedersi dove il maestro del cinema bis romano abbia smarrito la sua verve dei giorni migliori – Emanuelle e gli Ultimi Cannibali [1976], Emanuelle in America [1977]; senza contare che successivamente, anche in un genere scarsamente inventivo come il porno, ha dimostrato di saper essere tecnicamente valido e artisticamente creativo (Torero, 1998).

Regia: Aristide Massaccesi [Joe D'Amato]; Soggetto: Dan Chang; Sceneggiatura: Dan Chang; Interpreti: Irina Kramer, Marcos Gosalvez, Nick Nicholson, Andrea Ruiz, Liezl Santos; Fotografia: Federico Slonisko; Musica: Piero Montanari; Costumi: Cesar Jose; Scenografia: Joe Luna; Montaggio: Kathleen Stratton; Produzione: P.C.M. International; censura:89593 del 14-07-1994

Recensione a cura di:
Alessandro M. Colombo (c)

Commenti